Lavoro e no

Con orgoglio, la Commissione Europea ci informa di aver pubblicato il Country Report per l’Italia, Focus su Disparità regionali.

Evidentemente, confida sulla nostra distrazione. Altrimenti, dovrebbe temere di rendere visibile un dato disdicevole, il cui esito è da addebitare alle politiche neoliberiste che hanno caratterizzato le sue recenti scelte.

Come si vede dal grafico che appare a pagina 10 del documento, i contratti a tempo determinato hanno surclassato quelli a tempo indeterminato e i lavoratori autonomi non ce la fanno più.

Quello che Marx chiamava “esercito industriale di riserva”, cioè i disoccupati che permettono che il salario rimanga a livello di sussistenza, senza capacità di contrattare prezzi del lavoro migliori, si chiama oggi “forza lavoro potenziale”, che suona persino peggio della vecchia definizione marxista.

L’analisi dei progressi rispetto alle raccomandazioni (pagina 21 del documento) è abbastanza desolante (nessun progresso, progressi limitati, alcuni progressi) e sembra, più che la raccomandazione di qualcuno che ha a cuore il nostro futuro, l’analisi di un maestro severo desideroso di punire.

In questo modo, finché continua il vento neo-liberista, si uccide l’Europa. E tutto questo mentre si va a votare un Parlamento pleonastico, che ancora non possiede il controllo politico sul suo esecutivo.

Se ci fosse un vero dibattito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.