Odi barbare

Levia gravia, cose pesanti e cose leggere ed altri sentimenti barbarici

ecco come Scuola.net presenta il famoso libro di Carducci Levia Gravia: “una raccolta di poesie dalla poca originalità, di imitazione e spesso scritte per particolari occasioni secondo l’uso della retorica”. Un motivo in più per rileggerne l’opera e i contenuti. Per chi vorrà ascoltare il testo, un’ulteriore raro motivo di interesse: la polemica tra Carducci e Rapisardi in merito alla sfumatura tra “Lucifero” e “Satan”, all’ombra del dibattito ottocentesco sull’emancipazione popolare e i suoi simboli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.