PlonGov per il software libero nel settore pubblico

Al progetto PlonGov aderiscono diverse amministrazioni pubbliche – tra cui la provincia e l’università di Ferrara e i comuni di Modena ed Arezzo – e verrà presentato  nella cittadina emiliana il prossimo 16 settembre. È una sperimentazione che ha obiettivi e respiro ampi. Infatti:

Oltre 70 Enti Pubblici Europei, Nord e Sud Americani e Africani partecipano al progetto PloneGov. Nel farlo, mirano a raggiungere l’indipendenza dai fornitori di servizi IT sviluppando, essenzialmente in autonomia e in modo cooperativo, applicazioni e siti web per utilizzo loro e dei loro cittadini. La strategia di PloneGov si appoggia soprattutto su due strumenti Open Source: Zope e Plone. Il successo di PloneGov deriva dalla stretta collaborazione fra il settore Pubblico (città, regioni e parlamenti) e Zea Partners, una rete internazionale non-profit di PMI che producono soluzioni Zope e Plone.

Per chi vuole leggere ulteriore materiale, sono stati messi a punto tre passi per promuovere il progetto e ne sono stati descritti i punti forti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.