Avere o non avere, questo è il problema

L’Amleto di Laforgue trova in questo ribaltamento la sua completa attualità. Con due film in omaggio: è lo stesso film, ma è meglio stravederlo nelle due versioni. Dico, per il Vostro Bene.

.

Non è un dettaglio indicare che la logica del “mi piace” / “non mi piace” è completamente inapplicabile all’arte. E poiché quello di C.B. non è né teatro né cinema, per categoria residuale dev’essere arte. Quel che emerge da queste due versioni – più immediata e /passionale la prima, più scultorea ed evanescente nel bianco indelebile la seconda – è l’assoluta incompatibilità delle opere con la vita ordinaria: e proprio per questo questo modo di raccontare è l’unico che possa dire qualcosa di vero sulla realtà e non restare prigioniero della volgare istigazione di comportamenti indotti. Ci sono scene imperdibili, ma solo per chi le sa vedere. Citazioni e premonizioni, emblematica la scena della morte di Ofelia, in cui si fondono Le cimetière marin con A momentary lapse of reason, incluso l’eventuale dislivello. L’utilizzo de La gazza ladra in colonna sonora avviene in tempo parallelo 1972/1972 con Clockwork orange.

Del bianco e nero si è già detto del valore scultoreo, che traspone l’avanguardia in neoclassicismo, approdo barocco dell’impossibilità di qualsiasi rivoluzione, dove i libri di Lenin svaniscono nell’invisibile dissoluzione del bianco: ma il ribaltamento resta punto ideologico irresolubile. Avere o non avere, molto più che essere o non essere, resta questo il problema.

.

.




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.